Avena con frutta all’olio di CBD

Prima Ricetta

L’olio di CBD viene consumato su tutto il pianeta da milioni di persone in modi diversi. Visto che e’ un olio, puo’ essere inserito anche in cucina, in ricette dolci e salate, integrandolo nei cibi, soprattutto se non si ama in particolare il sapore, ma si vuole ugualmente utilizzare per godere dei suoi benefici.

L’olio di CBD viene ingerito, transita attraverso l’apparato digerente e l’effetto dura per ore, molto piu’ a lungo di quello vaporizzato o fumato con i fiori di cannabis. Cucinare con olio di CBD è anche molto discreto e rende facile integrare il dosaggio in snack o altri cibi che si possono consumare mentre si e’ fuori casa.

SCEGLIERE OLIO DI CBD DI ALTA QUALITÀ

L’olio da utilizzare deve essere di alta qualità, estratto con CO₂, che soddisfi standard di qualità rigorosi, verificati tramite test eseguiti da laboratori terzi.

INIZIARE CON UN DOSAGGIO BASSO

Si comincia in piccole dosi, verificando la reazione e se non fosse sufficiente, la dose va aumentala gradualmente per ottenere il miglior benessere

NON ESPORRE AL CALORE DIRETTO

A differenza di tutti gli altri grassi da cucina convenzionali, l’olio di CBD non deve essere riscaldato direttamente: si può scaldare fino a 82ºC (180ºF), non oltre altrimenti si distrugge l’efficacia dell’olio stesso.

INGREDIENTI (1 PORZIONE)

• ⅓–½ tazza di latte vaccino/vegetale
• 150 g di fiocchi d’avena
• Mirtilli, more, uvetta, ecc. a piacere
• Mandorle, nocciole, ecc. a piacere

STRUMENTI

• Recipiente con coperchio

PROCEDIMENTO

Mettere  i fiocchi d’avena nel recipiente, aggiungere prima il latte, poi i frutti scelti, circa 30–40 grammi.

Aggiungiungere la dose abituale di olio di CBD.

Mettere il coperchio sul recipiente e porlo in frigo per tutta la notte. La mattina successiva l’avena con frutta e CBD e’ pronta per essere assaporata come ricca e nutriente colazione, il miglior modo per cominciare la giornata !!