Benefici del CBD nel pugilato

Ridurre l’infiammazione, gestire l’ansia e il dolore, migliorare il sonno

CBD e Pugilato

Il cannabidiolo, CBD, è un composto estratto naturalmente dalla canapa sativa. In questi ultimi anni, il CBD è diventato molto popolare per le infinite potenziali proprietà terapeutiche. Specificatamente, gli atleti, che fanno pugilato, iniziano a sperimentare il CBD come integratore, ottenendo un miglioramento delle prestazioni sportive e le capacità di recupero.

Sforzo fisico e mentale nel pugilato

Il pugilato è uno sport di grande resistenza fisica e mentale: occorre resistere a colpi potenti, mantenendo la concentrazione e reagendo con rapidità. Questo può creare un notevole stress fisico e mentale e talvolta infortuni e lentezza nel recupero.

Il CBD interagisce con il sistema endocannabinoide del corpo, che è una rete di recettori che regolano diverse funzioni del nostro corpo e tra esse il dolore, l’infiammazione, l’umore, il sonno. Il CBD aiuta a ridurre l’infiammazione, alleviando dolore e migliorando la qualità del sonno. Questi elementi sono importantissimi per le performance sportive e per il recupero.

Il CBD per il sonno, l’ansia e il dolore

Il sonno è fondamentale per recuperare sia fisicamente che mentalmente. Il CBD migliora la qualità del sonno e i pugili recuperano in modo più efficace tra gli allenamenti e le competizioni. Il CBD, inoltre, aiuta a ridurre l’ansia, che, spesso, si associa nelle competizioni. Inoltre il CBD dà una mano nella gestione del dolore, molto comune negli infortuni nel pugilato.

Il CBD nei combattimenti di professionisti

Mike Tyson è una leggenda della boxe, è molto famosa sia nel mondo degli sport che nel campo emergente dell’industria della cannabis. Con la frase: “I use my cannabis line for wellness as well, noting, I use it for life.“, Tyson ha confermato quanto la cannabis sia importante nella sua vita.

Arnold Barboza che, oltre che a essere un grande pugile, è un sostenitore dei benefici del CBD (cannabidiolo) per la salute. Con la sua frase molto famosa: “Il CBD è il futuro della guarigione”, esprime quanto sia convinto che questo composto naturale abbia il potenziale per migliorare la vita di molte persone.

CBD e la WADA

Secondo l’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA), il CBD non è una sostanza vietata, in quanto non è psicoattiva, a differenza di altri cannabinoidi, come il THC, che e’ psicoattivo e quindi vietato.

Conclusione

Il CBD può offrire diversi benefici potenziali per i pugili: la riduzione dell’infiammazione, il miglioramento della qualità del sonno, la gestione dell’ansia e del dolore. Si consiglia di consultare il proprio medico di fiducia, prima dell’utilizzo.

.