Benefici del CBD per il dolore neuropatico

Il CBD allevia il dolore neuropatico.  Le informazioni presenti nella letteratura scientifica, chiariscono i principali dubbi su questo tipo di dolore e sul suo trattamento. 

Cos’è il dolore neuropatico

Il dolore neuropatico è una condizione che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. È un dolore cronico che insorge a causa di danni ai nervi o per un malfunzionamento del sistema nervoso. 

Come si manifesta il Dolore neuropatico

Si manifesta in modi diversi, colpendo diverse parti del corpo.

Tra gli esempi sono:

Sensazione di bruciore nella zona interessata. 

Dolore lancinante o acuto: un dolore acuto si verifica in modo intermittente (shock elettrico), accade in condizioni come la nevralgia del trigemino.

Formicolio: sensazione di formicolio o intorpidimento in una certa zona del corpo. Accade nel caso di neuropatia periferica.

Dolore ipersensibile: la pelle in una certa zona diventa ipersensibile (l’acqua di una doccia,  una carezza provoca dolore). Accade  in condizioni come la nevralgia post-erpetica..

Dolore spasmodico, lancinante, simile a un crampo muscolare.

Dolore fantasma: accade in caso di persone che hanno perso un arto a causa dell’amputazione, avvertono un dolore nella parte del corpo che non è più presente.

Dolore centrale: dolore in tutto il corpo o in alcune  aree specifiche. È comune nella sclerosi multipla.

Dolore da compressione nervosa: avviene quando un nervo viene compresso per un’ernia del disco, per un rigonfiamento, può provocare dolore neuropatico che si irradia lungo tutto il nervo  compresso.

Differenze tra dolore neuropatico e dolori

La principale differenza tra il dolore neuropatico e altri tipi di dolore sono le cause del dolore. Mentre il dolore nocicettivo (lesioni, tagli, ecc.) è causato da danni ai tessuti del corpo, il dolore neuropatico è causato da danni ai nervi.

 Il dolore neuropatico spesso è persistente anche dopo. Quindi il trattamento del dolore neuropatico e’ complesso.

Trattamento convenzionale del dolore neuropatico

Questo tipo di dolore viene trattato con analgesici, oppioidi e anche antidepressivi. Questi trattamenti, spesso, non sono efficaci e molto  tossici, quindi potrebbero causare effetti collaterali. Gli oppioidi, inoltre, possono creare dipendenza.

Il dolore neuropatico è una condizione complessa il suo trattamento richiede scelte personalizzate per una gestione adeguata. 

Questo dolore deve essere trattato in modo multifattoriale, attraverso la combinazione  di diverse terapie che allevino il dolore e migliorino la qualita’ della vita per chi ne soffre.

Il CBD per il dolore neuropatico

Il CBD e’ un composto che si estrae dalla canapa sativa. Non genera alcun effetto psicoattivo.. Il CBD è molto studiato e apprezzato per i suoi molteplici potenziali terapeutici, tra cui la sua efficacia nel trattamento del dolore infiammatorio e anche del dolore neuropatico.

Il CBD è efficace per fornire sollievo dal dolore grazie alla sua interazione con il sistema endocannabinoide (SEC) e i diversi bersagli cellulari che regolano l’elaborazione del dolore nel nostro corpo.

Gli studi scientifici 

Diversi studi sperimentali hanno confermato l’efficacia del CBD per il dolore neuropatico. Il CBD è in grado di controllare la percezione del dolore cronico e può essere importante anche per il dolore neuropatico ..

Gli studi proseguono…….

Efficacia dei massaggi con CBD

L’applicazione topica dell’olio di CBD, attraverso massaggi, ha ottenuto buoni risultati per controllare la neuropatia periferica. Il CBD topico è ben tollerato e fornisce  un’ efficace alternativa ad altre terapie.

La cannabis è utilizzata da centinaia di anni per il trattamento del dolore. Spesso  le terapie con cannabinoidi  hanno maggiore successo quando si crea sinergia tra il CBD viene utilizzato in combinazione con il THC.( effetto entourage)

L’effetto entourage è utile per il trattamento del dolore neuropatico, in quanto coinvolge sia  i cannabinoidi che i terpeni (tra cui cariofillene, mircene, pinene, che hanno già proprietà analgesiche).

Il CBD ha anche risultati migliori se a spettro completo (full spectrum), perche’ la presenza di terpeni può aumentarne il potenziale per il trattamento del dolore.

il CBD è un’alternativa promettente per alcuni tipi di dolore neuropatico, come la neuropatia periferica, nel trattamento dell’ansia e dello stress che si verificano  durante un processo doloroso.

Attualmente le ricerche proseguono per comprendere le applicazioni del CBD nella gestione del dolore. E’ sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia prima di iniziare qualsiasi trattamento.

Utilizzo CBD per il dolore neuropatico

Per la neuropatia periferica, il CBD si applica localmente, attraverso un massaggio cutaneo con creme al CBD o olio di CBD. Il CBD (via sublinguale) raggiunge il flusso sanguigno e si distribuisce in tutto il corpo e nel cervello per ridurre l’ansia. In alcuni paesi europei il CBD non è regolamentato, però per il consumo orale.

Tempo impiegato dal CBD per ridurre il dolore

Varia da persona a persona. I risultati duraturi sono evidenti dopo un trattamento a lungo termine.

Effetti collaterali del CBD

L’uso del CBD non ha particolari effetti collaterali. Può esserci all’inizio del trattamento  un po’ di sonnolenza, vertigini e riduzione della pressione sanguigna.. Poiché il CBD è un eccellente antinfiammatorio, è efficace nel trattamento del dolore, quando c’è una infiammazione.