Cannabis & Ortica: Una coppia vincente

L’ortica appartiene ad una specie erbacea perenne chiamata Urtica dioica. È originaria di Europa, parte dell’Asia e Nordafrica occidentale, ma è ormai diffusa in tutto il mondo. Oltre a produrre una reazione infiammatoria, quando viene a contatto con la pelle, l’ortica ha un ricco passato come erba olistica ed ingrediente culinario in diverse culture e tradizioni. L’ortica è anche una pianta perfetta per il giardino, in particolare se collocata vicino a delle piante di cannabis.

L’ortica è benefica per la natura.

Pur essendo considerata un’erbaccia infestante, l’ortica svolge funzioni benefiche per l’ambiente. L’ortica è fonte di nutrimento per uccelli, bruchi ed altri insetti e aiuta a preservare l’ecosistema. L’ortica è una pianta da consociazione, perché attira animali ed insetti benefici. L’ortica predilige i suoli areati, ricchi di fosforo ed azoto: la presenza di ortica indica che il terreno è fertile. L’ortica è naturalmente ricca di azoto: questo elemento viene reintrodotto nel terreno alla morte della pianta.

Le piante da consociazione

La consociazione è una tecnica agricola, per creare un ecosistema sano e vitale per una specifica piantagione, come quella di cannabis. Coltivare una specie vegetale insieme ad altre piante capaci allontanare i predatori e migliorare la qualità del suolo, massimizzando le prestazioni. Gli orticoltori, spesso,  introducono piante anche non commestibili, per proteggere le verdure da parassiti ed agenti patogeni e per attirare insetti impollinatori nell’area.

Un ecosistema è composto da terreno di alta qualità, insetti ed altre forme di vita che possono aiutare le piante a fornire prestazioni migliori.

L’ortica è benefica per l’ambiente, viene spesso utilizzata dai giardinieri e agricoltori, in una piantagione di cannabis outdoor, l’introduzione di piante di ortica  può essere molto vantaggiosa:

1. L’ortica attira insetti ed animali benefici nel giardino e crea un habitat perfetto per bruchi, falene e persino coccinelle; i fiori di ortica impollinati attirano anche gli uccelli (che amano cibarsi dei semi della pianta). Avere volatili ed insetti benefici nella piantagione di cannabis è un’eccellente strategia per mantenere le piante protette da parassiti.

2. Aggiunge nutrimento al compost

L’ortica è ricca di azoto ed è perfetta da aggiungere al bidone del compost. Le ortiche si trovono ovunque. L’ortica puo’ essere inserita negli scarti vegetali.

Alla fine, si avrà a disposizione un compost ricco di sostanze nutritive, da mescolare al substrato.

3. Consente di ottenere un concime liquido/spray fogliare ricco di nutrienti. L’ortica, oltre al compost, si può usare per realizzare un fertilizzante liquido ricco di azoto.

Preparazione fertilizzante all’ortica:

Procurarsi una quantità di ortica sufficiente a riempire un secchio. Tagliare il fusto principale ortica a 3 cm dal terreno. Evitare di prelevare gli esemplari più vecchi e che stanno producendo semi. Tagliare l’ortica a pezzetti, nel secchio. Riempire il secchio con acqua pulita e senza cloro, a circa 5cm dal bordo.

Coprire il secchio e metterlo in un luogo soleggiato. Mescolare ogni 2 giorni. Durante il periodo di infusione, il composto potrebbe emettere bolle e odori sgradevoli.

Dopo circa 2–3 settimane il concime liquido all’ortica sarà pronto per l’uso. Diluire 1 parte di questo composto con 10 parti di acqua senza cloro e dare la soluzione regolarmente come fertilizzante per le radici. In alternativa, diluire 1 parte di concime in 20 parti d’acqua, aggiungendo una dose di sapone insetticida. Usare questo composto come spray antiparassitario.

4. Può stimolare la produzione di terpeni nelle cime di cannabis. I coltivatori di cannabis ritengono che ciò sia collegato al polline prodotto dalle piante di ortica maschio, che spesso viene usato anche per accentuare il sapore di frutta ed ortaggi coltivati.

5. Camuffa le piante di cannabis

L’ortica può raggiungere i 2 metri di altezza. Se si sta coltivando cannabis outdoor e si desidera tenere la piantagione riparata dai soliti curiosi, si possono sistemare dei grossi cespugli di ortica vicino agli esemplari, per mimetizzarli.

Le ortiche offrono anche alcuni vantaggi al di fuori dell’agricoltura.

L’ortica è anche un alimento che perde il suo potere urticante quando viene bollita o cotta e vanta di diversi utilizzi in ambito culinario, soprattutto nel continente europeo. Avendo un sapore ed una consistenza simile a quella degli spinaci, l’ortica può essere aggiunta a zuppe, purè, salse (come il pesto) e molti altri piatti. L’ortica è ricca di nutrienti, tra cui grandi quantità di proteine e persino carotenoidi.

L’ortica come medicina

L’ortica può essere usata per preparare antistaminici, contro le allergie. I preparati a base di ortica (come il tè) svolgono un’azione antinfiammatoria e diuretica. Dopo aver sviluppato le radici, l’ortica tende a proliferare rapidamente. È una pianta molto robusta, capace di crescere in qualsiasi condizione climatica, ma predilige i terreni ariosi ricchi di azoto e fosforo. L’ortica adora l’umidità, non l’acqua stagnante. Puoi anche applicare del pacciame per isolare il terreno e trattenere l’umidità al suo interno. La coltivazione è consigliabile un luogo soleggiato o parzialmente ombreggiato.

L’ortica non ha bisogno di particolare manutenzione, solo tenere sottocontrollo, regolando la potatura. L’ortica tende naturalmente ad appassire durante i mesi invernali, per poi ricrescere in primavera. L’ortica è un alimento nutriente, un rimedio naturale ed un eccellente fertilizzante. Per chi desidera coltivare cannabis outdoor in modo eco-sostenibile, l’ortica rappresenta una soluzione.