I BENEFICI DEI SEMI DI CANAPA (da Vogue Italia 2 marzo 2024)

I semi di canapa, ricchi di Omega 3, magnesio e Vitamina E, sono il segreto per avere più energia (e una bella pelle). Fra i benefici anche accelerare il metabolismo e alleviare i sintomi premestruali

I semi di canapa sono il segreto per avere più energia (e una bella pelle)

Mi è capitato, poco tempo fa, di andare in palestra con un amico vegano. Alla fine della nostra sessione, mentre ordinavamo uno smoothie al bar, l’ho visto tirare fuori dal borsone un sacchetto di semi, e aggiugerne una cucchiaiata al suo frullato. I semi di canapa, ho imparato quel giorno, sono una bomba di proteine, necessarie non solo per il recupero post-fitness: due cucchiai di questi straordinari semi contengono la stessa quantità di proteine di due albumi d’uovo. E sono fra i rari alimenti del mondo vegetale a possedere tutti i 9 aminoacidi essenziali, fondamentali per la sintesi delle proteine nel nostro corpo. Insomma sono cibi proteici completi e una preziosa alternativa a carni, pollame, pesce, uova e latticini e non solo per i vegani. Ma non basta: sono anche ricchissimi degli acidi grassi “buoni” Omega 3 e Omega 6, in proporzioni ottimali per l’organismo, che aiutano a prevenenire dall’artrosi all’acne, e di vitamina E che rigenera la pelle. Mi sa che da oggi li metto in borsa anch’io.

Cosa sono i semi di canapa?

I semi di canapa alimentari sono i semi della Cannabis Sativa, una pianta della famiglia delle Cannabaceae, da non confondere con la Cannabis indica (o indiana), che contiene alti livelli di fitocannabinoidi come il THC dagli effetti psicoattivi. La cannabis (o canapa) sativa è una pianta originaria dell’Asia Centrale, i cui semi vengono tradizionalmente consumati a tavola in paesi come la Russia e la Cina. Oggi questa pianta annuale altissima (può raggiungere fino ai 7 metri) viene coltivata per produrre da tessuti, carta, mangimi animali, bioplastiche o biocombustibili fino a olio alimentare, ma è anche adoperata nella industria cosmetica per le sue proprietà antiinfiammatorie e rigeneranti per la pelle.

Semi di canapa: tutti i benefici

Forniscono tutti gli aminoacidi essenziali (che non possono essere prodotti dal nostro organismo), supplendo a carenze nutrizionali di chi è vegano o vegetariano o segue un’altra dieta restrittiva.

Grazie alla presenza di grassi “buoni” e di vitamina E, aiutano la pelle a rigenerarsi e disinfiammarsi e sono benefici per chi soffre di acne, psoriasi e eczema, e per chi ha la pelle secca.

Un cucchiaio di semi di canapa soddisfa il fabbisogno giornaliero di grassi essenziali (che
devono essere forniti dalla dieta) Omega 3 e Omega 6, grassi polinsaturi antiinfiammatori fondamentali per una varietà di funzioni come il metabolismo, la circolazione, l’attività celebrale e la regolazione del colesterolo.

Sono ricchi di fibre che regolano le funzioni intestinali, riducono l’appetito dando un senso di sazietà e coadiuvando la gestione del peso, e riducono i sugar cravings.

Contengono magnesio (3 cucchiai di semi di canapa soddisfano il fabbisogno giornaliero di questo minerale) utile per il buon funzionamento di muscoli, cuore e sistema nervoso.

Essendo ricchi di acido gamma-linolenico (GLA), possono alleviare i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa.

Sono ricchi di minerali come fosforo, magnesio, calcio, potassio, zolfo, ferro e zinco, necessari per la salute generale.

Uno studio pubblicato sul Food Chemistry Journal ha rivelato che, grazie alle loro proprietà antiinfiammatorie e neuroprotettive, potrebbero aiutare nella prevenzione di malattie come l’Alzheimer e il Parkinson.

I semi di canapa hanno delle controindicazioni?

Nessuna, se consumati in moderazione. Ricordatevi però di non esagerare, sono ricchi di grassi (ne contengono più del 30%). La dose consigliata e´di 30 grammi, circa 3 cucchiai al giorno.

Come mangiare i semi di canapa

Reperibili nelle erboristerie, nei negozi di cibo bio, o online, i semi di canapa vengono proposti integrali o decorticati: sceglieteli se possibile integrali e biologici per godere di tutte le proprietà nutritive. Dal sapore gradevole, sono facilmente digeribili, e possono essere usati per arricchire di nutrienti dal muesli, porridge, yogurt o frullato del mattino alle insalatone, primi, bowl di verdure o legumi del pranzo (metterli in borsa non è una cattiva idea), fino alle minestre e risotti serali. Oppure possono essere adoperati come ingrediente per la preparazione del pesto fatto in casa, al posto del pangrattato in cotolette e crocchette, e in salse e condimenti. Un’ altra opzione per godere dei benefici di questo eccezionale alimento è consumarlo sotto forma di olio. Dal sapore simile a quello di nocciola, ottenuto dalla spremitura a freddo, l’olio di semi di canapa è ideale da cospargere crudo su insalate, piatti di pasta, risotti e orzotti, zuppe e vellutate. Una volta aperto però mettetelo in frigo, si irrancidisce facilmente. Un’altra opzione è acquistare la farina di semi di canapa, naturalmente gluten-free e povera di calorie rispetto a quella di grano, e adoperarla per preparare crepes proteiche, cookies, pane e focacce, e per la base della pizza.