I Cristalli di CBD

Il CBD in cristalli contiene zero THC. Nell’olio di CBD a spettro completo, vi sono invece minime tracce del THC e degli altri cannabinoidi. Il CBD e’ estratto dalla pianta di canapa sativa: viene venduto legalmente in parecchi paesi al mondo, tra cui l’Italia. Il CBD non ha alcun effetto psicoattivo. Sempre più persone, oltre agli studiosi, si sono avvicinate al CBD, lasciando da parte i pregiudizi e le inesattezze che spesso circolano su questo prodotto eccezionale. I cristalli di CBD sono utilizzati da coloro che sono alla ricerca di CBD con lo 0% di tutti gli altri cannabinoidi: quindi il cristallo di CBD è CBD puro. I cristalli di CBD sono una polvere pura e cristallina che contiene fino al 99% di CBD puro. La differenza tra i gli oli e cristalli di CBD è che, nei cristalli, tutta la materia vegetale contenuta nella pianta di canapa, come oli, cere e clorofilla, viene rimossa, lasciando solo una polvere bianca fine che contiene CBD puro al 99%.

Realizzazione dei cristalli di CBD

I cristalli di CBD sono prodotti grazie ad un processo di estrazione più raffinato. Per ottenere il CBD dalla canapa sativa, prima viene  estratto. Il CBD estratto e’ concentrato, ma ricco ancora delle altre sostanze della pianta. Per ottenere la purezza dei cristalli di CBD, viene effettuato un successivo processo di purificazione per filtrare ulteriormente, dopo l’estrazione iniziale. Dopo aver estratto e filtrato il CBD, c’è un ulteriore passaggio, lo “svernamento”. Il processo di svernamento rimuoverà ulteriormente eventuali tracce di cere e altri materiali vegetali ancora presenti dopo la filtrazione. Il risultato che si otterra’ e’ una polvere bianca fine che contiene CBD puro al 99%. 

Rapporto tra cristalli e olio

Essendo i cristalli di CBD puri al 99%, la quantità di milligrammi da assumere dipenderà interamente dalla quantità di CBD che si vuole  prendere. Si consiglia di iniziare con una dose bassa (da 1 a 10 mg), aumentando la dose gradualmente su necessita’. Un grammo di cristalli di CBD contiene oltre 990 milligrammi di CBD:  con l’assunzione di un milligrammo di polvere, si riceve un milligrammo di CBD. E’ facile, quindi, misurare dosaggi precisi e sapere esattamente quanto CBD si assume ad ogni dose usando un bilancino di precisione.  I cristalli di CBD sono uno dei modi più efficaci per utilizzare il CBD, le proprietà del CBD con i cristalli rimangono invariate, come i suoi benefici.

Modi di assunzione e usi dei cristalli di CBD

I cristalli sono una polvere bianca, insapore ed inodore. Il fatto che i cristalli di Cannabidiolo puro non abbiano alcun sapore o odore li rende ottimi per assumerli in molti modi diversi:

Sublinguale  

Mettere la polvere di cristalli di CBD direttamente sotto la lingua per 60 secondi, come si fa con l’olio di CBD. Questo è il modo più semplice per utilizzarli. Il CBD passerà cosi’ al flusso sanguigno attraverso le mucose. Essendo il CBD insapore e inodore, non si avra’ alcun retrogusto di amaro in bocca.

Creazione, fai da te, dell’olio di CBD

Oltre ai cristalli, e’ necessario procurarsi una boccetta con una capacità di circa 10 ml, un olio vettore da mettere nella boccetta e poi dove aggiungere i cristalli. Come olio vettore e’ consigliabile scegliere l’olio di canapa, l’olio di cocco o quello d’oliva. Usando l’olio di semi di canapa si beneficiera’ di elementi nutritivi fondamentali, come gli omega 3,6 e 9. Quindi una volta messo l’olio vettore nella boccetta, si aggiungono i cristalli, si mescola o si agita bene per far sciogliere i cristalli. L’olio di CBD fai da te è pronto!

Percentuali di corrispondenza tra cristalli e olio di CBD

Se si ha 1 gr di CBD in cristalli, si scioglie in 10ml di olio vettore, si otterra’ un olio di CBD al 10%, se si vuole ottenere un olio di CBD al 5% si dovranno aggiungere 0,5 gr (500 mg) di cristalli, mescolandoli sempre in 10 ml di olio vettore e cosi’ via. Anche in questo caso, l’olio ottenuto potra’ essere assunto nei seguenti modi:

Uso sublinguale: sotto la lingua

Uso topico: spalmandolo sulla pelle

Cucinando: è molto importante tenere presente che ad elevate temperature il CBD perderà la sua potenza. E’ importante mantenere la temperatura di cottura sotto i 180°. I cristalli di CBD riscaldati a una temperatura superiore perderanno la loro potenza.

Preparazione di bevande: si versa l’olio di CBD nel caffè, tè, succo di frutta o frullati e poi si mescola. 

Preparazione di una crema: si mescola il CBD con la crema preferita, per potenziarne l’effetto sulla pelle (uso topico). La crema, o l’olio di CBD possono essere utilizzati sui muscoli doloranti, per alleviare l’infiammazione, il dolore alle articolazioni o i dolori causati dall’artrite.

Svapare i cristalli di CBD: se si è esperti dello svapo e di CBD, i cristalli possono essere diluiti in un liquido per lo svapo da usare poi nella sigaretta elettronica. In questo caso, è sempre bene informarsi su come procedere sui siti specializzati per evitare di danneggiare  la sigaretta elettronica.