Il CBD e il cambio di stagione

La primavera e’ ormai arrivata. E’ una stagione piena di sorprese. Il corpo umano, con il cambio di stagione, lotta con i cambiamenti di temperature e tempo, che sono frequenti in primavera: spesso fa caldo, poi fa freddo, e’ soleggiato o piovoso, questo nel giro di un giorno. Il nostro corpo e’ influenzato da repentini cambiamenti: la primavera e’ la stagione in cui si vedono tanti cambiamenti della natura, tra cui la fioritura, ma iniziano anche a diffondersi le fastidiose allergie.

CBD E IL SAD

Anche se il disturbo affettivo stagionale (SAD) e’ associato spesso all’inverso, quando le giornate sono piu’ uggiose perche’ corte e diventa subito buio, tutti i tipi di cambiamento delle condizioni atmosferiche,  hanno un impatto sul nostro umore, in ogni stagione dell’anno: si passa da un giorno in cui ci sentiamo positivi ad un altro in cui cisi sente piu’ tristi, senza voglia neppure di alzarsi dal letto. Il cambio di stagione non aiuta! Seguendo una dieta sana, facendo allenamenti costanti e passando ore di giusto relax,  il CBD potrebbe essere un utile alleato.

Il CBD E’ UN VALIDO AIUTO PER CORPO E MENTE

Il CBD e’ molto conosciuto e utilizzato per i suoi effetti equilibranti sul corpo umano e sulla mente: gli studi hanno dimostrato che il CBD ha un notevole potenziale come antidepressivo e questo puo’ aiutare a mantenere la mente in equilibrio durante i vari cambi di stagione.

CBD E ALLERGIE

Molte persone, con l’arrivo della primavera, hanno problemi di forte lacrimazione e raffreddore: betulla, ontano e nocciolo sono alcune tra le piante piu’ diffuse che causano allergie. Ci sono anche altre piante che possono causare prurito agli occhi, congestione nasale e tosse allergica. Con l’aumento del polline da alberi e arbusti, molti asmatici hanno un peggioramento dei loro sintomi durante la primavera. Per un disturbo del sistema immunitario, chi soffre di asma soffre di un’infiammazione dei bronchi durante il cambio di stagione, che ha un impatto sull’importante scambio di carbonio e ossigeno. Da diversi studi è emerso che, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, il CBD riduce l’infiammazione delle vie aeree nell’asma causata dalle allergie. I risultati sono promettenti: il CBD può aiutare chi soffre di raffreddore da fieno a respirare più facilmente!

CBD E LA STAGIONE CALDA

Come e’ risaputo,  gli oli commestibili non sono da esporre alla luce diretta del sole e a temperature alte, perché questo causa  l’irrancidimento. Se si porta con se’ il CBD con il caldo estivo, e’ consigliabile un’altra forma di CBD per garantire di non avere deterioramenti del prodotto: le capsule softgel, con diverse concentrazioni,  sono una delle soluzioni. Purtroppo ci sono anche altri prodotti, che pero’ in Italia non sono presenti, come: le caramelle edibili (che potete, pero’ fare da casa con la nostra ricetta), le gomme da masticare arricchite con CBD.