Il CBD per curare il dolore pulsante

Dolori persistenti possono compromettere le abitudini quotidiane. Che si tratti di mal di testa cronici, malesseri articolari o semplici infiammazioni, non è facile svolgere le attività quotidiane in tranquillità. Spesso forti dolori possono costringere le persone a rimanere allettate. 

La soluzione più rapida è ricorrere ai classici medicinali antinfiammatori o antidolorifici (aspirina, tachipirina, Oki, Aulin ecc.). C’è, però, un’alternativa naturale per il dolore pulsante: l’olio di CBD, che ha proprietà di antidolorifico e antinfiammatorio naturale, perfetto contro disturbi di varia natura.  L’inserimento del CBD nella routine quotidiana è una scelta consapevole e salutare, dopo un consulto con il medico di fiducia.

L’olio di CBD interagisce positivamente con il corpo umano.

Spesso l’uso continuativo di farmaci non è salutare e si possono creare intolleranze ed effetti collaterali. L’olio di CBD è la scelta alternativa naturale. Viene estratto dalle piante di cannabis sativa, non è psicoattivo, ma curativo.  Il CBD è consigliato anche da diversi medici e scienziati per le numerose proprietà curative: è uno dei più potenti antinfiammatori naturali. 

Il CBD è in grado di interagire con il nostro corpo, offrendo  sollievo immediato.

Il CBD (cannabidiolo), presenta la stessa struttura degli endocannabinoidi: molecole del corpo umano prodotte dal Sistema endocannabinoide (SEC), che è il responsabile del mantenimento dell’omeostasi. Queste molecole attivano recettori specifici, che entrano in gioco ogni volta che si crea una variazione dell’ambiente esterno e conseguentemente  interno. Quindi ad ogni variazione delle condizioni esterne gli endocannabinoidi attivano i recettori CB1 e CB2 che rispondono ristabilendo l’equilibrio interno. Se il corpo non produce abbastanza endocannabinoidi, si creano squilibri e scompensi, che possono causare malesseri o disturbi fisici. L’assunzione del CBD è la soluzione naturale per riequilibrare la situazione interna del corpo. 

I benefici del CBD

Oltre ad essere un valido antidolorifico naturale, è un efficace analgesico il CBD, di qualità. Esso viene molto utilizzato dagli sportivi e dai non sportivi, in particolare in gocce, come rimedio contro crampi, strappi e dolori muscolari, ma anche come rimedio naturale contro artrite, reumatismi e dolori articolari. Il cannabidiolo è anche indicato contro i dolori dovuti a sforzi eccessivi, posture sbagliate o fratture. 

Il CBD è utilizzato anche per ansia, depressione, insonnia, grazie alle sue proprietà calmanti e rilassanti. Il CBD si usa  anche per la cura della pelle, contro lesioni, malattie cutanee, come acne e psoriasi, perché potente antinfiammatorio. 

Molto valido anche contro patologie gravi, tra cui: il disturbo ossessivo compulsivo o il disturbo post traumatico da stress. E, per ultimo, grazie alle proprietà antidolorifiche e ansiolitiche, il CBD è utilizzato durante i cicli di chemioterapia contro il cancro.

Le principali modalità di assunzione del CBD sono: olio, creme, unguenti, tisane, vaporizzazione, inalazione, tramite diffusori per ambienti.  

Un’altra alternativa, è ricorrere all’acquisto di prodotti commestibili al CBD e quindi assumere oralmente il composto. Il mercato degli articoli commestibili al cannabidiolo è molto sviluppato e vede numerosissimi prodotti acquistabili, tra i quali alimentari e bevande.

Si consiglia, per le prime assunzioni, il supporto di un medico di fiducia, partendo da dosi minime. Prima qualità del CBD, per raggiungere il massimo benessere.