La Storia di Robin Van Roosmalen

L’incidente

Un guasto in autostrada finisce in un trauma che cambia la vita. Per Robin van Roosmalen, questa è la situazione che affronta dopo essere stato investito da un camion mentre attendeva in corsia di emergenza.

Prima dell’incidente, van Roosmalen era un campione di kickboxing tra i più famosi, con un avvenire glorioso anche nella MMA, mai avrebbe potuto prevedere una disgrazia simile.

Il 13 gennaio 2021, un grave incidente automobilistico gli ha cambiato la vita.

La sua automobile ha avuto un guasto in autostrada e mentre aspettava i soccorsi sulla corsia di emergenza, un camion è uscito dal nulla e lo ha investito, insieme a sua sorella..

Le ferite causate dalla collisione, erano molto gravi. Van Roosmalen non ricorda molto dei momenti dopo l’incidente, ma ricorda di essere stato informato dai medici che le ferite subite erano molto gravi: il bacino rotto a metà, numerose vertebre fratturate e diversi coaguli di sangue nella schiena.

Ha subito diversi interventi chirurgici: con il primo intervento ha ricostruito il bacino con placche e chiodi di metallo. Dopo il primo intervento chirurgico ha avuto delle complicazioni e Robin ha avuto un’infezione da MRSA. Con il secondo intervento è stato inserito un drenaggio per ridurre i coaguli di sangue: è stato 10 settimane con il drenaggio.

Il percorso della guarigione

Van Roosmalen è un atleta, che ci tiene al benessere fisico e mentale. Robin non avrebbe mai immaginato che la sua salute e la sua forma fisica lo avrebbero salvato da un destino peggiore. L’allenamento, costante, lo ha aiutato. I suoi muscoli hanno evitato gran parte dei danni causati dall’urto, altrimenti sarebbe stato notevolmente peggio.

Anche se i primi interventi chirurgici avevano avuto successo, il viaggio che lo attendeva era molto lungo e difficile: la riabilitazione e il recupero sono stati molto pesanti e Van Roosmalen è stato messo a dura prova con anche momenti di sconforto.

I primi cinque mesi sono stati pesantissimi e difficili. Il primo mese è rimasto su una sedia a rotelle, il secondo mese è passato alle stampelle. Purtroppo, per il drenaggio, ha passato quasi 10 settimane completamente seduto. Tolto il drenaggio, avrebbe dovuto cominciare la fisioterapia per recuperare le forze..

Nonostante Robin abbia sempre praticato un costante allenamento, le sessioni di fisioterapia di van Roosmalen erano diverse dal solito regime, con una attenta supervisione, tre volte a settimana .

Van Roosmalen ribadisce che il suo obbiettivo, è costruire forza in modo che possa tornare a fare le cose normali della vita. Occorre tempo per capire se potrà combattere ancora, con la ricostruzione appena cominciata.

Utilizzare il CBD per supportare l’allenamento e il recupero

Van Roosmalen sa che per tornare alla normalità ci vorrà del tempo, ma gli integratori di CBD non l’hanno lasciato solo. L’hanno aiutato tantissimo. Il CBD è diventato parte del suo stile di vita già da prima dell’incidente e i benefici del CBD sono continuati dopo l’incidente, nonostante le circostanze siano cambiate.

Van Roosmalen prende gocce di olio di CBD al 10% per aiutare la sua mente ed il suo corpo a rilassarsi durante il giorno e lo prende anche prima di andare a letto: lo aiuta a dormire tutta la notte.

Oltre alla fortuna di essere sopravvissuto all’incidente, la resilienza di Robin Van Roosmal è di ispirazione per tutti. Questo combattente di grande esperienza ha pubblicato un libro.