Le proprietà del CBD del CBN e del CBG

IL CBD

Il CBD, non è psicoattivo. Negli ultimi anni la ricerca scientifica  e i media hanno messo in luce il potenziale del CBD per trattare una ampia varietà di sintomi:

* ANALGESICO/ANTIDOLORIFICO

* ANTINFIAMMATORIO

* ANTIOSSIDANTE

* ANTIEMETICO

* ANSIOLITICO/ANTIDEPRESSIVO
* ANTIEPILETTICO
* ANTISPASMODICO
* ANTIDIABETICO
* NEUROPROTETTORE
* ANTI-ISCHEMICO
* ANTIBATTERICO
* ANTI-PROLIFERATIVO
* MIORILASSANTE
Sempre più persone provano il CBD, quotidianamente, a conferma dei vantaggi impressionanti che offre per molti aspetti della loro vita quotidiana.

IL CBG
il Cannabigerolo (CBG) viene definito il “cannabinoide madre”. Anche il CBG non è psicoattivo  Sono molti gli studi in corso, che confermano i numerosi benefici del CBG:

* RIDUZIONE DEI SINTOMI DEL GLAUCOMA E DELLA PRESSIONE INTRAOCULARE
* NEUROPROTETTIVO PER LA MALATTIA DI HUNTINGTON
* TRATTAMENTO DEI PROBLEMI INFIAMMATORI INTESTINALI (IBD)
* STIMOLAZIONE APPETITO
* PROPRIETA’ ANTIBATTERICHE E ANTIMICOTICHE

Alcuni di questi benefici del CBG li ha anche il CBD. E’ in questa gamma di vantaggi sovrapposti e complementari che si accentua l’effetto entourage. Questa sensazione piacevole deriva dall’assunzione di estratti ad ampio spettro, che contengono CBG e altri cannabinoidi attivi insieme al CBD. In molte ricerche e’ confermato che l’effetto entourage sia la chiave per un trattamento CBD molto più efficace e il CBG ha un ruolo importante in questo.

IL CBN
Il cannabinolo (CBN) è uno dei cannabinoidi della canapa meno conosciuti. Questo è dovuto, soprattutto,  alla sua ridotta quantita’ che si trova nelle piante di canapa.  Si forma quando gli idrocannabinoli, come il THC, sono esposti all’ossigeno per lunghi periodi di tempo. Quindi è presente nella canapa invecchiata e solo in quantità molto ridotta.
Le applicazioni del trattamento del CBN conosciute fin’ora sono:

* REGOLATORE DEL SONNO

* IMMUNOREGOLATORE

* STIMOLANTE OSSEO

* STIMOLANTE DELL’APPETITO

Ha effetti analgesici e antinfiammatori, rilassanti, come il CBD, ma ha una efficacia superiore per i disturbi del sonno. Aiuta nei casi di osteoporosi e vi sono anche studi sulla sua efficacia per la SLA, dove potrebbe rallentare l’insorgenza e lo sviluppo della condizione.