Miele alla tintura di cannabis light

La combinazione tra miele e cannabis light crea un composto dolce e potente. Queste due sostanze, versatili, hanno molte cose in comune: entrambe si usano, da secoli, per accrescere il benessere.

Quale cosa migliore di ottenere benefici da una tintura infusa nel miele? Si tratta di un composto dolce, facile da consumare, ricco di cannabinoidi..

Mescolare l’erba con il miele

Ci sono molte ragioni per provare questa delizia. Occorre considerare le qualità terapeutiche del miele. I primi usi del miele risalgono al 7000 a.C., quando veniva usato come unguento topico dagli antichi egizi e, poi, dagli antichi greci.

Con la ricerca scientifica si è anche scoperto che il miele ha un enorme potenziale per la salute, tra cui numerose funzioni fisiologiche fondamentali. Il miele è un’alternativa naturale agli zuccheri artificiali, mentre la cannabis light, con alto contenuto di CBD, offre enormi benefici per la salute, quindi si crea un mix esplosivo ricco di tanto benessere.

Il miele di cannabis

Il miele con la cannabis light, anche se non sballa, perché povera di THC (sostanza psicotropa), cattura tutte le caratteristiche benefiche dei cannabinoidi. Una volta preparata la tintura di miele, si può usare come edibile, aggiungendola a cibi e bevande o prendendone anche un semplice cucchiaio.

Si consiglia di fare alcune prove per trovare il giusto mix tra erba light e miele, secondo i propri gusti personali.

Sono molte le persone che amano la cannabis ricca di CBD per i suoi effetti su mente e corpo. Per creare una tintura dolce, occorre eseguire diversi passaggi, inclusa la decarbossilazione.

Preparazione della cannabis

Se si vuole mangiare la cannabis, o fare delle preparazioni con essa, bisogna sottoporre la cannabis light al procedimento di decarbossilazione. Si  raccomanda di usare un piatto di Pyrex o una teglia di metallo andrà bene.

1. Regolare il forno a 120°C, preriscaldarlo fino a che la temperatura desiderata è stata raggiunta.

2. Spargere uniformemente la cannabis light sulla teglia. Utilizzare circa una trentina di grammi. E’ necessario usare cannabis tritata o sminuzzata finemente.

3. Coprire la teglia con un foglio di alluminio.

4. Mettere la teglia in forno per 30 minuti.

Se si decide di non utilizzare tutta la cannabis, si può usare un contenitore di vetro ermetico per usarla successivamente.

Infusione del miele con la cannabis

Ingredienti e strumenti

1 Garza

1 Pentola elettrica “slow cooker” (a cottura lenta)

500 g di Miele

4 g Cannabis decarbossilata

Procedimento

1. Prendere la cannabis decarbossilata, avvolgerla in una tela spessa, girarla in due strati. Stringetere bene per mantenere la cannabis all’interno della tela. annodando le estremità; il tutto allo scopo di ottenere una grossa busta di tè all’erba.

2. Mettere il sacchetto d’erba, ben chiuso, nello “slow cooker” e aggiungere i 500g di miele.

3. Regolare il termostato sulla bassa temperatura; per evitare che la tintura bollisca o si possa bruciare, diventando così appiccicosa.

4. Con la bassa temperatura dello slow cooker, si può lasciare il miele ed il sacchetto di cannabis in infusione per 4-8 ore. Mescolare di tanto in tanto. Controllare che non vada in ebollizione; se dovesse accadere, spegnere lo slow cooker per pochi minuti.

5. A fine cottura della tintura, farla raffreddare anche tutta la notte.

6. Quando la tintura è fredda, rimuovere la tela con la cannabis decarbossilata. Questa tela sarà completamente impregnata, quindi strizzarla per rimettere il miele che ne uscirà nello slow cooker.

7. Versate la tintura in vasetti di vetro ermetici.

8. Refrigerare la tintura per conservarla a lungo.

Questo miele alla cannabis si può aggiungere al caffè, al tè o a qualsiasi ricetta che sia gradita. L’effetto relax è garantito!!
Quindi questo miele infuso alla cannabis si può sempre aggiungere direttamente alle bevande calde e a cibi vari (fette biscottate ecc).

Il modo perfetto per testare la tintura di miele è aggiungerne un cucchiaio ad una tazza di tè caldo: è ottima per riscaldare e iniziare la giornata piena di energia.

Il miele è una sostanza che ha diverse varianti, con odori e sapori diversi, quindi ognuno può sperimentare il miele che piace di più. Tra i mieli più popolari c’è quello di acacia e quello di manuka: il più consigliato, in ogni caso, rimane quello a Km 0.

Se ad una persona non piace il miele, si può usare il nettare di agave o lo sciroppo d’acero. Il processo di produzione della tintura rimane lo stesso, anche se possono variare i benefici terapeutici che queste alternative non hanno rispetto al miele.