Patologie cardiovascolari e CBD

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in tutto il mondo: Il CBD può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari, limitandone i danni. Grazie alle proprietà antinfiammatorie e curative, il CBD è in grado di stimolare la rigenerazione del tessuto cardiaco,  mantenendo in salute tutto sistema circolatorio. Quindi il CBD è un valido integratore per chi soffre di patologie cardiache e circolatorie.

E’ necessario uno stile di vita sano, corretta alimentazione e controlli mirati per combattere queste patologie. E’ consigliabile il consulto  con il medico di fiducia per valutare se il CBD possa essere un integratore valido per queste patologie.

CBD aiuta cuore e circolazione

Il CBD è un cannabinoide che deriva dalla cannabis sativa, non è psicoattivo e può essere efficace nella prevenzione di infarti e ictus. Il cuore e i vasi sanguigni trasportano il sangue in tutto il corpo. Se l’apparato è in difficoltà, si può scatenare un attacco cardiaco e conseguenti lesioni ai tessuti del miocardio e un ictus che può provocare problemi celebrali.

In caso di stati infiammatori può entrare in gioco il CBD: grazie alle sue doti antinfiammatorie è in grado di preservare e rigenerare i tessuti del sistema cardiovascolare.

Gli studi confermano che il CBD è in grado di aiutare contro le infiammazioni anche cardiache (miocardite infiammatoria autoimmune). In uno studio cinese del 2015 è stato confermato come il CBD può anche contribuire al recupero degli organi e degli apparati in caso di infarto del miocardio.

CBD e le aritmie cardiache

L’aritmia è un problema grave per i cardiopatici. Questa patologia accade quando il battito cardiaco è irregolare, o troppo lento o troppo veloce. In questi casi si manifestano: sensazioni di spossatezza, palpitazioni, dolore toracico o altri problemi che possono scatenare anche ictus e infarti. Nei casi gravi,  l’aritmia può creare ictus o insufficienza cardiaca. In questo studio si conferma che la somministrazione di CBD puo’ avere effetti cardioprotettivi nei confronti del miocardio.
Il CBD ha ridotto anche le aritmie negli animali. Le ricerche proseguono……e siamo solo all’inizio di quanto possa fare il CBD per il nostro cuore.

CBD contro obesità e stress

Il CBD è efficace anche sulla prevenzione dei fattori scatenanti delle malattie del cuore e dell’apparato circolatorio, soprattutto per lo stress e l’obesità. Il CBD è in grado di ridurre la pressione arteriosa a riposo e contribuisce alla stabilizzazione dei valori “sballati”, a causa di  tensioni emotive e di momenti di forte stress.Il CBD agisce anche sul metabolismo e sull’accumulo di grassi. L’obesità è uno dei fattori di rischio  nello sviluppo delle malattie cardiovascolari.

CBD e prevenzione

La somministrazione di CBD aiuta, quindi, a rigenerare i tessuti dell’apparato cardiovascolare e può contribuire alla prevenzione.
Il modo di combattere malattie come ictus e infarti è di lavorare sul corpo, sullo stile di vita. Il CBD è un valido supporto per la routine quotidiana.